Cosa sono le scarpe antinfortunistiche e come vengono classificate

il

Le scarpe antinfortunistiche sono delle calzature di sicurezza che servono al lavoratore per prevenire possibili infortuni. Le calzature di sicurezza sono regolamentate da diverse normative EN ISO e per essere considerate tali devono rispettare alcune caratteristiche fondamentali e alcuni requisiti minimi.

Le scarpe antinfortunistiche inoltre vengono categorizzate e classificate in base alle caratteristiche della scarpa. Vediamo nel dettaglio le loro categorie principali.

Scarpe antinfortunistiche SB

Sono considerate il modello “base”, ovvero il modello che ha i requisiti minimi per essere definito calzatura di sicurezza. I requisiti minimi sono:

  • Il puntale rinforzato con resistenza a 200 jl per proteggere i piedi da possibili traumi con oggetti pesanti o oggetti contundenti.
  • La tomaia deve avere un’altezza minima.
  • La tomaia deve essere composta da un certo tipo di materiali.

Scarpe antinfortunistiche S1

Le S1 sono il passo successivo alle SB. Sono quindi scarpe che hanno tutte le funzionalità delle SB, ma vanno inoltre ad aggiungere nuove caratteristiche, soprattutto per quel che riguarda la suola. Una calzature per essere considerata una scarpa antinfortunistica di tipo S1 necessita di particolari requisiti, per esempio:

  • Tutti i requisiti minimi del tipo SB
  • Suola antiscivolo, quindi la scarpa deve avere proprietà antistatiche
  • Suola resistente agli idrocarburi
  • La scarpa deve essere chiusa posteriormente
  • L’area del tallone deve riuscire ad assorbire l’energia e gli urti

Scarpe antinfortunistiche S2

Le S2 sono le scarpe che solitamente utilizza chi lavora all’esterno, infatti ai requisiti minimi delle S1 si aggiunge l’idroreppellenza all’acqua.In questo modo il lavoratore può rimanere con i piedi asciutti anche se viene a contatto con l’acqua.

Scarpe antinfortunistiche S3

Le scarpe antinfortunistiche S3 vanno ad integrare le S2 con nuove funzionalità in particolare:

  • lamina antiperforazione così da poter garantire la protezione di

tutta la pianta del piede da chiodi e schegge.

  • Suola scolpita o tassellata

Ci sono poi altre 2 tipologie di calzature di sicurezza che si discostano leggermente dallo schema sopra citato e che sono adatte soprattutto a chi lavora a contatto con idrocarburi e sostanze acide e sono le scarpe antinfortunistiche S4 ed S5.

Scarpe antinfortunistiche S4

Le calzature di sicurezza S4 hanno le caratteristiche minime delle S1 con l’aggiunta di:

  • Resistenza agli idrocarburi

Infatti solitamente questa tipologia di scarpa comprende gli stivali di gomma antinfortunistici.

Scarpe antinfortunistiche S5

Le scarpe antinfortunistica S5 aggiungono alle calzature S4 due requisiti:

  • Lamina antiperforazione
  • Suola scolpita o tassellata

Come si può vedere ogni tipologia di calzatura ha finalità differenti e la scelta della miglior scarpa antinfortunistica dipende dal tipo di lavoro che si compie e dalle esigenze del lavoratore.

Lascia un commento